L’Associazione

LA P.A. CROCE VIOLA ROZZANO

IMG_9878

Quali sono i campi d’azione della Croce Viola

“Dipendiamo direttamente dal 118 per la gestione delle emergenze e per l’invio dei mezzi. Sul territorio di Rozzano garantiamo il servizio notturno e festivo della Guardia Medica e collaboriamo con il Comune per gli stazionamenti durante le manifestazioni. Inoltre, siamo convenzionati con l’ipermercato Fiordaliso che per legge deve avere un presidio medico o di ambulanza durante l’orario di apertura. E siamo convenzionati con Humanitas per il trasporto di sangue, emoderivati e organi, e per il trasporto pazienti.

Come siete organizzati al vostro interno?

“La Croce Viola è composta da soci volontari e dipendenti.Il Consiglio di Amministrazione è composto da 5 membri: il Presidente il Comandante, il Vice-Comandante, il Responsabile dipendenti ed il Responsabile dei mezzi.Presso di noi lavorano 9 dipendenti che compongono gli equipaggi diurni durante la settimana. Di notte e nei festivi, invece, i turni sono interamente coperti dai volontari: 80 in tutto tra soci e soccorritori, fortunatamente in crescita. I soccorritori sono organizzati in 8 squadre, ognuna delle quali è di servizio una notte a settimana, dalle 20 alle 6,30, e a rotazione nei giorni festivi.

Disponiamo di 5 ambulanze allestite anche a Centro Mobile di Rianimazione e di 3 autovetture allestite con i sistemi di emergenza Lampeggianti e Sirene.

Come si diventa volontari della Croce Viola?

“E’ sufficiente avere voglia di imparare, un pizzico di spirito di sacrificio e un po’ di tempo libero da dedicare agli altri.I volontari hanno diversi ruoli e compiti. Chi entra in Croce Viola lo fa, inizialmente, come semplice ‘socio volontario’, con il compito di gestire il servizio del centralino: due linee telefoniche oltre a quella diretta con il 118 e un canale radio per la comunicazione con i mezzi di soccorso. Per diventare ‘soccorritori’ a tutti gli effetti l’iter di addestramento è di 120 ore fra corso teorico e tirocinio pratico in ambulanza. Del resto è fondamentale che i volontari siano realmente preparati per le emergenze, perché capita spesso di avere a che fare con persone in pericolo di vita. Il primo gradino è quello di ‘soccorritore semplice’. Per diventarlo bisogna superare un esame interno (tenuto dall’ANPAS, Associazione Nazionale Pubblica Assistenza, di cui la Croce Viola fa parte) e un esame tenuto dal 118, in seguito al quale viene rilasciata la certificazione di ‘soccorritore regionale esecutore DAE (defibrillatore). Un attestato che, finalmente, riconosce a livello professionale la figura del soccorritore, con tutti i diritti e doveri che questo comporta.I tempi si allungano per chi vuole diventare capo-squadra, ossia la persona che gestisce l’equipaggio e il servizio, che ha l’approccio con il paziente e decide le tecniche di primo soccorso da adottare. Dopo di che, con almeno due anni di patente e un ulteriore anno di servizio come capo-equipaggio, si può accedere ai corsi per diventare autista soccorritore. Per la Croce Viola, che da sempre si distingue per la serietà della formazione, questo è un ruolo molto importante: l’autista, infatti, oltre a condurre il mezzo deve anche saper intervenire sul paziente”.

Per chi volesse diventare volontario della Croce Viola di Rozzano può scaricare il modulo di adesione dal sito internet nella sezione Downolad Documenti, compilare i dati richiesti e consegnare il modulo compilato nella nostra sede: Via del Perseghetto 4/B Rozzano